Davide Mogna

Davide Mogna (Cuneo, 29 settembre 2000) inizia giovanissimo la sua carriera da cineasta.
Già dall'età di 8 anni, spinto da una grande passione per il teatro che sfocia ben presto anche nel cinema, inizia a girare corto e mediometraggi con un gruppo di amici.
L'interesse per il mondo dello spettacolo e dell'audiovisivo in particolare lo porta negli anni a cimentarsi in alcuni lavori come attore di cinema e tv.
Nel 2015 è la volta di Un hotel di troppo, episodio pilota di una sit-com da lui ideata, realizzato a budget zero e con modeste risorse tecniche, che arriva a competere con altri venti cortometraggi (da un totale di oltre 300) alla XVI edizione SottoDiciotto Film Festival di Torino. Dopo il discreto successo di pubblico ottenuto da questo piccolo lavoro, Davide decide di avviare un nuovo, grande progetto: la produzione di un film per il cinema, Bulli a metà.
Dopo aver scritto autonomamente la sceneggiatura ed aver gestito la fase di pre-produzione (con il Patrocinio del Comune di Verzuolo e la collaborazione di alcune scuole, enti ed esercizi locali), dà il via alla lavorazione del film. Due settimane di riprese nell'estate 2016 che vedono cast e troupe popolati in prevalenza da giovani e giovanissimi portano ad un risultato eccezionale: l'uscita al cinema (nel febbraio 2017) di un film nuovo, giovane in tutti i suoi aspetti, che convince da subito il pubblico, sia giovane sia adulto, tanto da iniziare un percorso distributivo (coordinato dal regista stesso) nei cinema e nelle scuole di tutta Italia, attivo ancora oggi.
Nel 2017 Bulli a metà è ospite della XVIII edizione del SottoDiciotto Film Festival di Torino, è in tour in Puglia con il supporto dell'Apulia Film Commission, nel 2018 è nuovamente al SottoDiciotto, viene proiettato a Novara per il progetto Bulli Fuorilegge promosso dal quotidiano La Stampa, partecipa e vince il Pordenone International Film Festival (sezione Teenager+18) e raggiunge così un pubblico di oltre quindicimila persone. Ottiene anche il Patrocinio alla distribuzione del Consiglio Regionale del Piemonte e della Consulta Regionale dei Giovani.
Nel 2019 viene inoltre presentata una trasposizione teatrale di Bulli a metà a cura dell'Associazione Incanto Arte Creativa di Torino con il Patrocinio del CoReCom Piemonte ed il sostegno del Consiglio Regionale del Piemonte.
Lo stesso anno decide di aprire la sua casa di produzione e distribuzione, per il cinema, la televisione ed il web, con sede a Torino. E per sapere il resto... dai un'occhiata in giro!